Classifica delle migliori lavastoviglie 2018

 

Guida all’acquisto delle lavastoviglie con maggiore qualità presenti in commercio, suddivise per caratteristiche e centimetri di ingombro. La classifica è stata stilata dall’autorevole rivista “Altroconsumo” (che si è servita di prove pratiche e in laboratorio per testare gli elettrodomestici in questione) e rivisitata dal sito “Migliorlavastoviglie.it”, per la scelta dei prodotti è stato utilizzato il catalogo lavastoviglie di Iperprice.
Classifica lavastoviglie 2018

 

Inventata dall’americana Josephine Cochrane nel 1886, la lavastoviglie è uno dei più importanti  elettrodomestici  entrati ormai da qualche decennio in tutte le case, liberando dall’incombenza di lavare (e in numerosi casi anche asciugare), le stoviglie utilizzate. Prima di andare a conoscere nello specifico caratteristiche e funzionalità delle diverse lavastoviglie, è bene suddividerle in due categorie principali: le lavastoviglie domestiche presenti sul mercato possono essere a incasso oppure a libera installazione. Per lavastoviglie ad incasso si intendono i modelli montati all’interno dei mobili della cucina, così da risultare invisibili senza andare a intaccare l’armonia dell’arredamento. Dell’altra categoria, quelle a libera installazione, fanno parte quelle lavastoviglie che vanno inserite al di fuori dei mobili della cucina, e che vantano oltre a misure differenti, diverse rifiniture che rendono l’elettrodomestico piacevole alla vista. In entrambi i casi le misure standard disponibili sono di 60 cm e 45 cm.

Volendo quindi riassumere, è possibile identificare in tutto quattro principali categorie di lavastoviglie, come visibile in questa semplice tabella:

Guida all’acquisto

 

I fattori da considerare prima di acquistare una lavastoviglie sono numerosi, per questo motivo è importante conoscere caratteristiche, pro e contro delle migliori presenti in commercio.

Per fortuna, i criteri essenziali per poter decidere quale sia il tipo di lavastoviglie più adatto alle proprie esigenze – e alle proprie tasche – non sono particolarmente numerosi, e sono tutti ritrovabili nell’etichetta di questi utili elettrodomestici.

I punti da valutare sono cinque:

  • il consumo energetico
  • il consumo idrico
  • le dimensioni
  • la rumorosità
  • le prestazioni aggiuntive

Il consumo energetico, a livello di costi, è ovviamente uno degli elementi più sensibili e importanti nella valutazione della lavastoviglie. In media, i prodotti di buon livello disponibili sul mercato appartengono tutti alle classi energetiche A+ e A++, con consumi che nel primo caso sfiorano 1 kWh mentre nel secondo caso sono di circa un 10% più bassi. Esistono anche, in commercio, lavastoviglie di classe energetica A+++, che arrivano a consumi poco sopra gli 0,8 kWh, e consentono quindi un risparmio energetico molto corposo, ma si tratta di dispositivi nettamente più costosi al momento dell’acquisto.

Il consumo idrico, d’altro canto, potrebbe sembrare avere un’incidenza minore, dato che ha un impatto più ridotto sui costi d’esercizio. Va però detto che, dal punto di vista del rispetto dell’ambiente, un modello di lavastoviglie che abbia un buon livello di consumo dell’acqua limita gli sprechi senza compromettere la qualità del lavaggio, ed è quindi sicuramente da preferirsi.

Le dimensioni delle lavastoviglie sono, come abbiamo detto, orientate o sui 60 cm o sui 45 cm; ciò nonostante l’organizzazione interna può fare una grande differenza nel numero di coperti effettivo che il dispositivo sarà in grado di pulire ad ogni ciclo di lavaggio. La scelta, qui, è naturalmente legata sia allo spazio disponibile, sia al numero di coperti che effettivamente sarà necessario lavare normalmente ad ogni pasto, in base al numero di persone che abitano in casa.

La rumorosità della lavastoviglie è un criterio spesso sottovalutato, ma al contrario si può dimostrare della massima importanza. Si tratta infatti di un elettrodomestico che viene spesso utilizzato mentre i membri della famiglia, o gli ospiti, si trovano in cucina o in una stanza comunicante, a tavola o sul divano, a chiacchierare. Un rumore eccessivo può in questi casi dimostrarsi estremamente spiacevole, oltre a poter disturbare eventuali vicini di casa – e questo soprattutto se si fa uso dell’avviamento ritardato, una delle prestazioni aggiuntive più utili.

Le prestazioni aggiuntive, in chiusura, sono appunto elementi di grande rilevanza nel garantire un uso confortevole e semplice della lavastoviglie. Fra le più interessanti c’è la presenza di programmi dedicati – sia per sporco particolarmente tenace, come spesso può capitare con le stoviglie, sia per lavaggi delicati qualora si stia procedendo a pulire un servizio di piatti di porcellana o di bicchieri di cristallo; la possibilità di attivare un programma di asciugatura, che restituisca le stoviglie subito pronte per essere riposte; e per finire, più popolare di tutti, la possibilità di programmare una partenza posticipata della lavastoviglie, così da caricarla con comodo per poi farla funzionare nelle fasce orarie in cui il costo della corrente elettrica è minore e quindi ridurre ulteriormente le spese.

Classifica delle migliori lavastoviglie da incasso da 60 e 45 cm

Scopriamo quali sono le le migliori lavastoviglie da incasso 60 cm installabili in qualsiasi tipo di cucina, che si sono distinte per qualità ed efficienza.

Vai ai modelli da 45 cm

Modelli da 60 cm

 

1. Siemens SN636X00IE – Ottimo lavaggio e asciugatura

Siemens SN636X00IE
Recensione Siemens SN636X00IE

Inserita proprio dalla rivista “Altroconsumo” tra le dieci migliori lavastoviglie a incasso 60 cm, la Siemens SN636X00IE è dotata di tredici coperti, con un’altezza di 81,4 cm, una larghezza di 59,8 cm, e una profondità di 55,5 cm. È considerata dagli esperti una tra le migliori in termini di risultati per quel che riguarda il lavaggio e l’asciugatura. Grazie ai suoi sensori, la SN636X00IE, riconosce il grado di sporco sulle stoviglie, e regola i parametri di lavaggio. È composta inoltre da un programma principale e uno Eco, ed entrambi hanno il compito di rimuovere le tracce di cibo incrostate, il tutto a basso impatto ambientale.

I consumi di elettricità grazie alla classe energetica A++, e quelli di acqua di questo modello sono bassi rispetto alla media. Secondo l’etichetta energetica infatti il consumo di energia è di 262 kWh/anno (0,99 kWh al giorno per il programma principale e 0,80 kWh per l’Eco), mentre quello di acqua dichiarato è di 2.660 litri/anno (13 l al giorno per il principale e 9 l per l’eco), per un costo annuale di circa 105,63 €.

Sia il programma principale che il programma Eco a risparmio energetico risultano essere ottimi dal punto di vista del lavaggio e dell’asciugatura, anche se le tempistiche di lavorazione sono piuttosto lunghe: servono 136 minuti al programma principale per completare la lavorazione e ben 201 minuti al programma Eco.

Una delle caratteristiche principali di questa lavastoviglie, oltre a quella di poter regolare e posizionare l’altezza dei cestelli presenti, è la possibilità di usufruire della partenza ritardata da una a ventiquattro ore. Sono presenti inoltre altri indicatori come: l’indicatore dello stato della lavastoviglie, quello del tempo rimanente alla fine del programma, l’indicatore che consiglia l’aggiunta di brillante e quello del rabbocco del sale. Non sono previsti invece l’impostazione del prelavaggio, il riconoscimento della tipologia di detersivo e quello della quantità di stoviglie inserite.

Pro Contro
Programmi efficaci per rimuovere le tracce di cibo incrostato Lunghezza dei programmi
Consumi elettrici bassi
È presente la funzione di partenza ritardata
I sensori riconoscono il grado di sporcizia sulle stoviglie e regolano i parametri per il lavaggio
Poco rumorosa

 

2. Bosch SMV25AX01E – Consumi ridotti

Bosch SMV25AX01E

Recensione Bosch SMV25AX01E

Tra le migliori dieci lavastoviglie a incasso 60 cm è presente anche la Bosch SMV25AX01E, considerata tra le prime per la pulizia e l’asciugatura che garantisce ai piatti, riesce a limitare in maniera importante i costi di consumo di acqua ed elettricità. Infatti il consumo energetico per un programma giornaliero è di 1,12 kWh (programma principale), e di 0,81 kWh per quello Eco; per quanto riguarda il consumo di acqua con il programma giornaliero invece si parla di 14 l, e di 10 l per la modalità Eco. Questa fantastica lavastoviglie appartiene alla classica energetica A++, con un consumo annuo di 258/kWh, e un consumo di acqua dichiarato secondo l’etichetta energetica di 2.660 litri il consumo medio annuo è di 99, 76 €, cifra inferiore rispetto a molte altre concorrenti.

Il modello Bosh SMV25AX01E, ha dodici coperti, ma non è presente la funzione di partenza ritardata, sono presenti invece gli indicatori sullo stato della lavastoviglie, sulla quantità di brillante da aggiungere e sul rabbocco del sale. Per caricare la lavastoviglie si possono inserire le posate nell’apposito cestello, ma non è possibile cambiare la sua posizione, né variare l’altezza del cesto superiore.

Tra i punti di forza di questo elettrodomestico ci sono sicuramente le ottime prestazioni in termini di efficacia per quel che riguarda il lavaggio e l’asciugatura principale, i consumi ridotti, l’affidabilità di un marchio leader nel settore e la presenza di un libretto di istruzioni molto esplicativo.

Una delle pochissime note che non va a favore di questa lavastoviglie è la lentezza nella durata dei programmi, si parla di circa 117 minuti per il programma principale e giornaliero, mentre sono 206 i minuti che servono al programma Eco per completare l’operazione giornaliera.

Pro Contro
Programmi efficace nella rimozione di tracce di sporco e cibo Lentezza della durata dei programmi
Il programma Eco riesce a rimuovere totalmente le tracce di cibo incrostato
Il programma Eco pulisce a fondo anche pentole incrostate
Il programma Eco pulisce a fondo anche pentole incrostate
Consumi elettrici contenuti

 

3. Bosch SMV46KX01E – Qualità e prezzo

Bosch SMV46KX01E

Recensione Bosch SMV46KX01E

È ancora Bosch il marchio protagonista in questione, e questa volta si parla per l’esatezza del modello SMV46KX01E, una splendida lavastoviglie a incasso 60 cm, considerata dagli addetti ai lavori un buon mix tra qualità e prezzo, con un consumo energetico giornaliero di circa 0,99 kWh per il programma normale e di 0,82 kWh per il programma Eco; i consumi di acqua si aggirano sui 12 l per il programma standard, e 9 l per il programma Eco, per un consumo medio annuo di circa 91,86 €. Sono numeri sensibilmente inferiori rispetto alle lavastoviglie visionate fino a questo momento, che rendono la SMV46KX01E, ancora più appetibile. Dotata di tredici coperti, questo modello della Bosch oltre ad avere un’ottima efficacia sia con il programma principale in termini di pulizia dello sporco e dell’incrostato, presenta ottime funzionalità come l’avvio ritardato da 1 a 24 ore, gli indicatori dello stato, della quantità di brillante e del rabbocco del sale.

Per quel che riguarda il caricamento, la lavastoviglie in questione risulta essere molto comoda grazie alla possibilità di regolazione in altezza del cestello superiore, e soprattutto per la presenza del vassoio richiudibile nel cestello inferiore. Per il posizionamento delle posate è presente un apposito vassoio, non è prevista però la possibilità di spostarlo in altre posizioni.

Un’altra caratteristica rilevante di questo prodotto è la presenza di indicatori che riconoscono la quantità di stoviglie presenti all’interno, la tipologia di detersivo e la quantità di sporco presente, inoltre è possibile tener sempre sotto controllo il prelavaggio, impostandolo con un tasto apposito.

Le classiche dimensioni, il basso livello di rumore dichiarato sull’etichetta (46 dBA), e i consumi contenuti, fanno di questo prodotto un ottimo compromesso tra qualità e prezzo, con l’unica pecca nella lentezza delle operazioni dei programmi, quello principale dura di media 122 minuti, mentre si allungano vistosamente i tempi per il programma Eco, che risultano essere di almeno 202 minuti.

Pro Contro
Programma principale efficace per rimuovere cibo incrostato Il programma Eco non è efficace con pentole incrostate
Programma Eco efficace per rimuovere cibo incrostato Molto lenta la durata dei programmi
Consumi molto contenuti
È presente la funzione per la partenza ritardata
Presenza di un sensore che riesce a individuare il grado di sporco regolando il lavaggio

 

4. Bosch SMV46MX00E – 14 Coperti disponibili

Bosch SMV46MX00E

Recensione Bosch SMV46MX00E

Bosch è a detta di tutti un’azienda leader nel settore degli elettrodomestici, ed è per questo motivo che propone un’ampia gamma di lavastoviglie adattabili a tutte le cucine in base alle esigenze dei clienti, tutte di ottima qualità, così come il modello SMV46MX00E a incasso 60 cm completo. Giudicato dagli esperti uno dei migliori in termini di lavaggio e asciugatura, ha come caratteristiche principali la presenza di ben quattordici coperti e un risultato perfetto al termine del lavaggio. Dopo la fase di asciugatura con tutti e due i programmi è praticamente impossibile rilevare anche qualche minima goccia.

Rimane un elettrodomestico considerato a basso impatto ambientale, grazie ai minimi consumi di energia che si aggirano sui 0,90 kWh per il programma principale, e 0,81 kWh per il programma Eco. Lo stesso discorso si può fare per il consumo giornaliero di acqua che risulta essere sui 13 l, per il programma principale e solamente 10 l , per quello Eco, per un costo medio annuo di circa 103,65 €.

In questa lavastoviglie è presente la funzione di partenza ritardata da 1 a 24 ore, ma non c’è l’opzione riguardante il mezzo carico. Sono presenti inoltre gli indicatori riguardanti lo stato della lavastoviglie, quelli che indicano la quantità di brillante da inserire e l’indicatore del rabbocco del sale. Non è purtroppo disponile un indicatore che monitora sul tempo rimanente alla fine del programma, questo mancanza ha di fatto leggermente abbassato il giudizio su questo elettrodomestico.

Per il caricamento della lavastoviglie c’è la possibilità di usufruire del regolatore di altezza per il cesto superiore, la presenza di un vassoio richiudibile nel cestello inferiore rende le manovre di caricamento molto più rapide, mentre le posate dispongono dell’apposito vassoio non rimovibile.

Non vi è la possibilità di impostare il prelavaggio, ma la Bosch SMV46MX00E riconosce la quantità di stoviglie presenti, la quantità di sporco e la tipologia di detersivo più indicata da utilizzare, al fine di ottenere lavaggi sempre perfetti.

Pro Contro
Il programma principale rimuove in maniera perfetta le tracce di cibo incrostato Il programma principale ha più difficoltà del programma Eco nel rimuovere lo sporco da pentole e tegami
Il programma Eco risulta essere estremamente efficace per la rimozione di tracce di cibo incrostato La durata dei programmi risulta essere molto lunga (programma principale 123’, programma Eco 203’)
Il programma Eco risulta estremamente efficace anche nella pulizia di tegami e pentole sporche
I consumi elettrici di questo elettrodomestico sono bassi
È presente il tasto che permette la partenza ritardata

 

5. Siemens SN636X03ME – 14 coperti

Siemens SN636X03ME

Recensione Siemens SN636X03ME

Siemens SN636X03ME, è un modello di lavastoviglie a incasso completo 60 cm, è presente sul mercato con quattordici coperti, seppur considerata dalla rivista “Altroconsumo” tra le migliori dieci ha riscontrato qualche parere negativo per quel che riguarda l’utilizzo del programma principale, che non è considerato di pari livello rispetto al programma Eco. Feedback estremamente positivi invece per quel che riguarda l’asciugatura di entrambi i programmi e i consumi di elettricità contenuti (0,96 kWh per il programma principale e 0,83 kWh per il programma Eco), per un costo medio annuo di 112,84 €. Il consumo giornaliero di acqua invece si aggira intorno ai 13 l per il programma principale e 10 l per quello Eco.

Questa lavastoviglie vanta la presenza della funzione per la partenza ritardata da 1 a 24 ore, sono presenti inoltre gli indicatori che rilevano lo stato della lavastoviglie, l’indicatore per l’aggiunta di brillante e per il rabbocco del sale, mentre non è presente l’indicatore che rileva il tempo rimanente per la fine del programma. Si può caricare la lavastoviglie variando l’altezza del cestino superiore, ed è presente un vassoio richiudibile nel cestello inferiore, mentre non è possibile variare la posizione del cestello per le posate posizionate sul vassoio.

Una particolarità molto interessante di questo modello di lavastoviglie è sicuramente la sua silenziosità: con misura del rumore oggettiva di 46 dBA, si posizione al primo posto in questa speciale classifica del rumore, questa caratteristica permette di utilizzarla anche nelle ore notturne.

Con questa Siemens SN636X03ME è possibile impostare il prelavaggio, e a differenza di molte altre riconosce la quantità di stoviglie presenti, la quantità di sporco presente nelle stoviglie e indica la tipologia di detersivo da utilizzare per ottenere i migliori risultati sul lavaggio.

Pro Contro
Il programma principale rimuove le tracce di cibo incrostato Il programma principale ha diverse difficoltà nel pulire efficacemente tegami e pentole
Il programma Eco rimuove le tracce di cibo incrostato Il programma Eco ha difficoltà nello scrostare il cibo dalle pentole
I consumi elettrici si mantengono bassi La durata dei programmi è molto lunga
La funzione di partenza ritardata è presente
Sono presenti dei sensori che riconoscono il grado di sporco sulle stoviglie indicando i parametri per il lavaggio

 

6. Beko DIN28221 – Ottimo lavaggio

Beko DIN28221

Recensione Beko DIN28221

Per chi non lo sapesse, la Beko è un’azienda leader nel settore degli elettrodomestici da più di sessanta anni, con sede in Turchia. Questo modello di lavastoviglie è risultato essere uno tra i migliori a incasso completo 60 cm per le sue ottime prestazioni in fase di lavaggio, asciugatura, e per i consumi di elettricità e di acqua contenuti. Si parla infatti di un consumo medio di 0,95 kWh giornaliero per il programma principale e 0,85 kWh per quello Eco. Il consumo di acqua invece è piuttosto stabile tra i due programmi: 11 l per quello principale e 10 l per quello Eco, per un costo medio annuo di 89,73 €.

La lavastoviglie Beko DIN28221 prevede dodici coperti e la funzione di partenza ritardata da 30 minuti a 24 ore. Sono presenti inoltre gli indicatori per rendersi conto dello stato della lavastoviglie, l’indicatore del tempo rimanente per la fine del programma scelto, quello per l’aggiunta di brillante e per il rabbocco del sale.

Caricare la lavastoviglie non è mai stato così semplice grazie alla possibilità di variare l’altezza del cestello superiore, è possibile cambiare la posizione del cestello per le posate ed è presente un vassoio richiudibile nel cestello inferiore, che rende le operazioni di carico più confortevoli. Il modello DIN28221 prevede l’opportunità di programmare il prelavaggio, ma non riesce a riconoscere la quantità di stoviglie, il tipo di detersivo da utilizzare, né la quantità di sporco presente all’interno.

Nonostante il programma principale abbia qualche difficoltà nel pulire al meglio pentole e tegami, questa lavastoviglie testata in laboratorio e con prove pratiche di lavaggio e asciugatura, è risultata essere tra le migliori del modello a incasso 60 cm, con un programma Eco che eccelle per pulizia di tracce di cibo incrostato, sia sui piatti che sulle pentole.

Pro Contro
Il programma principale non ha alcun problema a rimuovere le tracce di cibo e sporcizia sulle stoviglie Il programma principale ha difficoltà nel pulire pentole e tegami incrostati
Il programma Eco riesce a rimuovere totalmente il cibo dalle stoviglie Leggermente più rumorosa rispetto ad altre (51 dBA)
Il programma Eco agisce in maniera eccellente anche su pentole incrostate e tegami
I consumi elettrici sono piuttosto contenuti
Ha la funzione di partenza ritardata

 

7. Electrolux ESL5205LO – Buon lavaggio e asciugatura

Electrolux ESL5205LO

Recensione Electrolux ESL5205LO

Al settimo posto di questa speciale classifica si piazza la lavastoviglie Electrolux ESL5205LO, marchio che negli ultimi anni ha scalato la vetta delle classifiche in termini di rapporto qualità prezzo. Questo modello è considerato in maniera ottimale dagli esperti per la qualità di lavaggio e asciugatura che riesce a mantenere, garantendo alla fine dei programmi stoviglie splendenti.

Si tratta di un modello a incasso completo 60 cm, con all’interno ben tredici coperti. Sia il programma principale che quello Eco garantiscono dei lavaggi efficaci. Oltre a un ottimo lavaggio, questo modello garantisce un’asciugatura perfetta, in cui i piatti una volta terminato il programma non avranno bisogno di ulteriori passate e potranno essere immediatamente riposti in credenza. A differenza delle lavastoviglie visionate fino a questo momento, l’ Electrolux ESL5205LO ha consumi idrici piuttosto elevati, con ben 17 l al giorno per il programma principale e 11 l per quello Eco. Sono considerati nella norma invece i consumi elettrici giornalieri: 1,27 kWh per il programma principale e 0,95 kWh per il programma Eco.

In questa lavastoviglie è presente la funzione di partenza ritardata, ma solamente di 3 ore, non sono presenti gli indicatori per lo stato della lavastoviglie, né quelli che indicano il tempo rimanente per il termine dei programmi. Le posizioni del cestello per le posate non sono variabili e non è disponibile il vassoio richiudibile nel cestello inferiore, c’è però la possibilità di variare l’altezza del cesto superiore. Questa lavastoviglie ha in dotazione l’impostazione di prelavaggio e i sensori che indicano la quantità di stoviglie presenti. Non sono presenti i sensori che riconoscono la quantità di detersivo e quella di sporco.

L’Electrolux ESL5205LO viene considerata da chi l’ha esaminata, una lavastoviglie troppo rumorosa (52 dBA), e un modello con comandi poco intuitivi, non il più semplice da utilizzare tra quelli visionati. A differenza delle lavastoviglie viste fino a questo momento la classe energetica è A+.

Pro Contro
Il programma principale riesce a togliere efficacemente le tracce di cibo sulle stoviglie Il programma principale presenta delle difficoltà a scrostare le pentole
Il programma Eco, non ha difficoltà nel togliere le tracce di cibo sulle stoviglie I programmi sono molto lunghi
La lavastoviglie dispone dell’opzione per la partenza ritardata I consumi idrici sono molto alti
I comandi sono poco intuitivi

 

8. Whirlpool WIE2B19 – Economia assicurata

Whirlpool WIE2B19

Recensione Whirpool WIE2B19

Inserito all’ottavo posto di questa speciale classifica tra le migliori lavastoviglie a incasso 60 cm, il modello Whirpool WIE2B19 è considerato dagli addetti ai lavori con un buon giudizio complessivo grazie a un’estrema efficacia del programma principale ed Eco, sia per il lavaggio che per l’asciugatura. Sono ritenuti alti i consumi medi idrici (16 l per il programma principale e 12 l per l’Eco), mentre sono nella media i consumi elettrici (1,17 kWh per il programma principale e 1,05 kWh per il programma Eco) per un costo medio annuo di 94,97 €. Inserita in classe energetica A+, la WIE2B19 è dotata di tredici coperti, sono presenti gli indicatori per l’aggiunta di brillante e per il rabbocco del sale, ma mancano gli indicatori sullo stato della lavastoviglie e sul tempo rimanente per il fine programma. Le tempistiche per i programmi giornalieri sono molto lunghe sia per quello principale in cui si stimano circa 121 minuti, che in quello Eco, dove la durata si aggira attorno ai 171 minuti.

Per quanto riguarda il caricamento della lavastoviglie, è possibile variare l’altezza del cesto superiore e inoltre si può variare la posizione del cestello per le posate. Non è presente invece il vassoio richiudibile nel cestello inferiore. Questa lavastoviglie è dotata dell’opzione di prelavaggio, ma non riconosce la quantità di stoviglie inserite, la tipologia di detersivo da inserire, né la quantità di sporco presente. È una lavastoviglie abbastanza semplice da utilizzare grazie alla facilità dell’utilizzo del cestello e un’apertura/chiusura della porta molto confortevole, stesso discorso vale per la manutenzione del filtro che non comporta particolari difficoltà.

Whirlpool WIE2B19, pur non essendo tra i marchi più conosciuti è riuscita a sorprendere entrando di diritto tra le migliori dieci lavastoviglie a incasso 60 cm.

Pro Contro
Il programma principale rimuove senza particolari problemi le tracce di cibo incrostato Consumi idrici molto elevati
Il programma Eco rimuove senza particolari problemi le tracce di cibo incrostato Rumore piuttosto elevato (50 dBA)
Istruzioni d’uso confusionarie

 

9. Beko DIN14210 – L’economica

Beko DIN14210

Recensione Beko DIN14210

Torna nuovamente in classifica il marchio Beko, questa volta con il modello DIN14210 a incasso 60 cm. Dotata di dodici coperti, questa lavastoviglie ha ricevuto delle ottime critiche posizionandosi tra le prime dieci lavastoviglie a incasso grazie a un’ottima operazione di lavaggio e asciugatura e un consumo elettrico e idrico nella norma. Sia il programma principale che il programma Eco, riescono a ottenere grandi risultati in termini di brillantezza e splendore. A differenza del programma principale, quello Eco è nettamente più lungo, per l’esattezza 190 minuti rispetto ai più ragionevoli 86 del giornaliero principale. I consumi elettrici si attestano intorno ai 1,10 kWh e 0,98 kWh, mentre quelli idrici risultato essere minori nel programma principale 12 l, rispetto ai 14 l del programma Eco.

In questo modello è presente la funzione di partenza ritardata a 3, 6, 9 ore, oltre l’opzione di mezzo carico; non è presente l’indicatore sullo stato della lavastoviglie, ma ci sono quelli per l’aggiunta di brillante, per il rabbocco di sale e soprattutto l’indicatore del tempo rimanente alla fine dei programmi. Per quanto riguarda il caricamento, nella Beko DIN14210 non è possibile di fatto regolare l’altezza del cesto superiore, e non si può cambiare la posizione del cestello per le posate. Nel cestello inferiore inoltre è presente un vassoio richiudibile, mentre non è contemplata l’opzione di impostare il prelavaggio. Non sono purtroppo presenti i sensori per il riconoscimento della quantità delle stoviglie, della tipologia di detersivo da utilizzare e quelli per il riconoscimento dello sporco.

È un modello abbastanza semplice da utilizzare con una confortevole apertura/chiusura della porta, e un’estrema facilità nell’uso del cestello, molto semplice risulta la manutenzione del filtro, ma soprattutto estremamente efficace risulta essere l’azione di auto-pulizia. Classe energetica A+.

Pro Contro
Il programma Eco non ha particolari problemi nel rimuovere tracce di cibo Il programma principale ha qualche problema nel lavare in maniera efficace le pentole
Limitati consumi di acqua Il programma Eco non è efficace nel lavaggio di tegami e pentole
Disponibile la funzione per la partenza ritardata
Su questo modello si possono utilizzare tavolette multiuso detergenti

 

10. Candy CDI 1L38-02 – La più economica

Candy CDI 1L38-02

Recensione Candy CDI 1L38-02

Al decimo e ultimo posto tra le migliori lavastoviglie testate dalla rivista “Altroconsumo”, troviamo il modello CDI 1L38-02 della Candy, che garantisce piatti splendenti e perfettamente asciutti, a consumi di acqua corrente poco superiori alla media. Ammonta infatti a 16 l d’acqua giornalieri il consumo per quel che riguarda il programma principale e 12 l il consumo di acqua per quello Eco. Il consumo giornaliero di energia passa dai 1,20 kWh per il programma standard a 0,92 kWh per quello Eco. Il costo medio annuo è stimato in circa 87,64 €. I tempi di lavorazione rimangono nella norma per il programma principale (circa 114 minuti), mentre risultano essere piuttosto lunghi per il programma Eco (185 minuti).

I test effettuati in laboratorio e direttamente nelle case fanno registrare ottimi risultati dal punto di vista del lavaggio e dell’asciugatura, sia con il programma giornaliero principale che con quello Eco, qualche problema in più lo desta il rumore che registra 56 dBA.

La Candy CDI 1L38-02, è una lavastoviglie a incasso con tredici coperti, è presente la funzione di partenza ritardata scandita a 3, 6, 9 ore senza l’opzione per il mezzo carico. Inserita nella classe energetica A+, e A per l’asciugatura, non ha gli indicatori che rilevano lo stato della lavastoviglie e il tempo rimanente alla fine dei programmi, sono presenti invece gli indicatori sull’eventuale aggiunta di brillante e sul rabbocco del sale.

Per caricare in maniera più confortevole la lavastoviglie è possibile variare l’altezza del cesto superiore, non si può cambiare la posizione del cestello per le posate e non è presente il vassoio richiudibile nel cestello inferiore. Altra caratteristica importante per questo modello è la possibilità di impostare il prelavaggio, non sono presenti i sensori che indicano la quantità di stoviglie presenti, quelli per il riconoscimento del detersivo e nemmeno quelli che riconoscono la quantità di sporco presente.

È una lavastoviglie molto rumorosa (56 dBA), e non eccessivamente pratica per l’utilizzo del cestello. Molto alte sono risultate le valutazioni sull’efficienza dell’auto-pulizia.

Pro Contro
Il programma principale risulta essere efficace per la pulizia di tracce di cibo incrostato I consumi idrici sono elevati
Il programma Eco risulta efficace anche per scrostare bene tegami e pentole Tempi del programma Eco piuttosto lunghi

 

Prodotti abbinati più venduti:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Classifica delle migliori lavastoviglie da incasso 45 cm

Dopo aver capito quali sono le migliori lavastoviglie da incasso 60 cm, andiamo a conoscere adesso qual’è la classifica delle migliori cinque lavastoviglie da incasso larghe 45 cm.

Modelli da 45 cm

 

1. Electrolux TT4452 – Ottima qualità lavaggio e asciugatura

Electrolux TT4452

Recensione Electrolux TT4452

La più votata dagli esperti per l’ottima qualità nel lavaggio e nell’asciugatura è proprio l’Electrolux TT4452, un modello a incasso 45 cm, ideale per coppie o single con uno spazio interno di nove coperti. Il grado di brillantezza risulta essere ottimo in entrambi i programmi, stesso discorso vale per la fase di asciugatura, in cui i piatti sono pronti per essere direttamente riposti in credenza. I consumi elettrici giornalieri sono piuttosto contenuti (1,09 kWh per il programma principale e 0,79 per il programma a risparmio energetico), un po’ più elevati risultano invece essere i consumi di acqua: 15 l al giorno per il principale e 10 l per l’Eco, con un costo medio annuo di 89,61 €.

Nonostante gli ottimi risultati di lavaggio e asciugatura, questa lavastoviglie presenta una votazione negativa a causa degli interminabili tempi di durata dei programmi. Sono 138 i minuti che servono al programma principale per completare le operazioni, e ben 238 minuti al programma Eco.

Nel modello TT4452 non è presente la funzione di partenza ritardata e nemmeno l’opzione di mezzo carico. Inserita in classe energetica A+ questa lavastoviglie non presenta né l’indicatore sullo stato delle stoviglie, né quello sul tempo rimanente al fine delle operazioni. Sono presenti però gli indicatori riguardanti l’aggiunta di brillante e di rabbocco del sale.

Durante il caricamento è possibile cambiare l’altezza del cestello superiore, il cestello delle posate non è rimovibile, e nel cestello inferiore non è presente alcun vassoio richiudibile.

Questa Electrolux prevede la possibilità di impostare il prelavaggio ed è fornita di sensori che riconoscono la quantità di stoviglie. Non ci sono i sensori per il riconoscimento della quantità di sporco e per la tipologia di detersivo da utilizzare.

La misura oggettiva del rumore risulta essere piuttosto alta (52 dBA), per questo motivo è preferibile utilizzarla durante il giorno.

Pro Contro
Il programma principale risulta essere efficace per la pulizia di tracce di cibo incrostato Il programma principale risulta avere qualche difficoltà nello scrostare tegami e pentole
Il programma Eco risulta essere efficace per la pulizia di tracce di cibo incrostato Il programma Eco non è efficace con tegami e pentole
Consumi elettrici ritenuti bassi La durata dei programmi è molto lunga

 

2. Electrolux RSL4201LO – Ideale per coppie e single

Electrolux RSL4201LO

Recensione Electrolux RSL4201LO

La seconda di questa speciale classifica risulta essere nuovamente una Electrolux, per l’esattezza il modello RSL4201LO a incasso 45 cm, ideale per coppie e single, o per cucine con una metratura ridotta. Dotata di uno spazio interno di nove coperti, questa lavastoviglie è stata giudicata con un buon giudizio globale grazie alle prestazioni di lavaggio e asciugatura, e al consumo giornaliero piuttosto contenuto di elettricità e acqua che risulta essere contenuto. Per l’esattezza il consumo giornaliero di energia per il programma principale è di 1,07 kWh, inferiore quello Eco 0,72 kWh. I consumi di acqua giornalieri risultano essere di 15 l per il programma principale e 10 l per il programma Eco, con un costo medio annuo di 104,42 €. La lavorazione principale viene valutata ottimamente, grazie ai lavaggi e asciugature davvero impeccabili, solamente i tempi di lavorazione risultano essere un po’ lunghi (129 minuti). Discorso analogo per il programma Eco, in cui i tempi di lavorazione si allungano vistosamente (226 minuti).

Questo modello non è programmato per avere la funzionalità di partenza ritardata e nemmeno l’opzione di mezzo carico, non sono presenti gli indicatori sullo stato della lavastoviglie e nemmeno quelli che indicano il tempo rimanente alla fine dei programmi. Sono presenti gli indicatori che avvisano di aggiungere brillante e quello per il rabbocco del sale.

Nella fase di caricamento è possibile variare l’altezza del cesto superiore, ma non si può cambiare la posizione del cesto per le posate. Nel cestello inferiore non è presente alcun vassoio richiudibile. È presente l’opzione di prelavaggio, inoltre questo modello è dotato di sensori che riconoscono la quantità di stoviglie, ma non sono presenti quelli per il riconoscimento della tipologia di detersivo da utilizzare e per il riconoscimento dello sporco.

L’ Electrolux RSL4201LO è inserito in classe energetica A+.

Pro Contro
Il programma principale risulta essere efficace per la pulizia di tracce di cibo incrostato Il programma principale risulta avere qualche difficoltà nello scrostare tegami e pentole
Consumi elettrici ritenuti bassi Il programma Eco non è efficace con tegami e pentole
Consumi acqua limitati La durata dei programmi è molto lunga
Valutata come leggermente rumorosa

 

3. Whirlpool ADG402 – Buona qualità lavaggio e asciugatura

Whirlpool ADG402

Recensione Whirlpool ADG402

Sul gradino più basso del podio delle migliori cinque lavastoviglie da incasso 45 cm, troviamo la Whirlpool ADG402, un modello confortevole per coppie e single, e per chi in una cucina piccola, non ha troppo spazio a disposizione. A differenza delle prime due esaminate, questa lavastoviglie ha lo spazio disponibile per dieci coperti, oltre a una buonissima qualità di lavaggio e asciugatura, che permette ai piatti, una volta usciti, di essere inseriti direttamente in credenza. I consumi elettrici giornalieri risultano essere bassi (0,99 kWh principale e 0,70 kWh Eco), stesso discorso si può fare anche per i consumi quotidiani di acqua che paiono leggermente inferiori alla media, con 11 l per il programma principale e 10 l per il programma Eco, con un costo medio annuo previsto di 89,78 €. Le stoviglie al termine dei due programmi previsti risultano essere ottimamente pulite e brillanti, il problema nasce però, dalle tempistiche estremamente lunghe del programma principale (111 minuti), e soprattutto del programma Eco a basso consumo, che arriva fino a 173 minuti di lavorazione.

È presente inoltre la funzione di partenza ritardata da 1 a 12 ore, oltre all’opzione di mezzo carico. Non sono presenti gli indicatori relativi allo stato della lavastoviglie, mentre sono in funzione quelli per l’aggiunta di brillante, del rabbocco di sale e soprattutto gli indicatori che segnalano il tempo rimanente alla fine dei programmi.

Nella fase di caricamento è possibile cambiare l’altezza del cestello superiore e cambiare la posizione del cesto per le posate inserite in un apposito vassoio, ma non è presente alcun vassoio nel cestello inferiore.

Questo modello non riesce a riconoscere la tipologia di detersivo e la quantità di stoviglie presenti, ma individua lo sporco, oltre ad avere l’impostazione per il prelavaggio, non è presente nessun blocco per i bambini.

Inserita in classe energetica A++ la Whirlpool ADG402, risulta essere poco rumorosa (misura oggettiva del rumore 48 dBA), e abbastanza semplice da utilizzare.

Pro Contro
Il programma principale risulta essere efficace per la pulizia di tracce di cibo incrostato Il programma principale risulta avere qualche difficoltà nello scrostare tegami e pentole
Consumi elettrici ritenuti bassi Il programma Eco non è efficace con tegami e pentole
Consumi giornalieri di acqua bassi La durata dei programmi è molto lunga
È presente la funzione di partenza ritardata

 

4. Bosch SPV40E70EU – Basso impatto ambientale

Bosch SPV40E70EU

Recensione Bosch SPV40E70EU

La Bosch SPV40E70EU è una lavastoviglie a incasso larga 45 cm, adattabile a cucine con metratura ridotta e perfetta per coppie o single. Inserita in classe energetica A+, all’interno presenta lo spazio ideale per nove coperti. Questo modello di lavastoviglie a basso impatto ambientale, a differenza di tutti quelli visionati fino a ora, non dispone del programma di lavaggio e asciugatura principale, ma solamente del programma Eco a risparmio energetico. I consumi giornalieri elettrici per l’unico programma disponibile sono di 0,73 kWh, per quanto riguarda i consumi di acqua giornalieri invece dovrebbero bastare 11 l. il costo medio annuale è di circa 93,96 €.

L’unico programma disponibile, cioè l’Eco, ha fatto riscontrare dei buonissimi risultati dal punto di vista del lavaggio, qualche difficoltà invece è stata riscontrata in fase di asciugatura, dove comunque la valutazione resta accettabile. Il tempo di lavorazione per il programma a risparmio energetico si aggira attorno ai 194 minuti.

Tra le funzioni disponibili è presente quella per la partenza ritardata di 3,6,9 ore, e l’opzione per il mezzo carico. Non sono presenti invece gli indicatori per lo stato della lavastoviglie e per il tempo rimanente alla fine dei programmi. Disponibili quelli per l’aggiunta di brillante e per il rabbocco di sale.

In fase di caricamento della lavastoviglie è inoltre possibile variare l’altezza del cestello superiore per una maggiore comodità, si può cambiare la posizione del cestello per le posate, e nel cesto inferiore è presente un vassoio richiudibile per tutte le necessità.

A differenza di altri modelli visti, la Bosch SPV40E70EU presenta l’utilissima funzione per il prelavaggio, ma non ha in dotazione i sensori per il riconoscimento della quantità di stoviglie, per il tipo di detersivo, e quelli per riconoscere la quantità di sporco. Non è previsto alcun blocco per i bambini. Questo tipo di lavastoviglie ha un livello di rumore considerato appena accettabile (48 dBA). In generale l’utilizzo e la manutenzione non risultano essere troppo complicati, grazia anche a un libretto delle istruzioni chiaro ed esplicativo. È interessante la possibilità di utilizzare all’occorrenza la funzione di mezzo carico e prelavaggio.

Pro Contro
Il programma Eco risulta essere efficace per la pulizia di tracce di cibo incrostato Il programma Eco non è efficace con pentole e tegami incrostati
Consumi elettrici ritenuti bassi La durata dei programmi risulta essere molto lunga
Consumi giornalieri di acqua bassi
È presente la funzione di partenza ritardata

 

5. Hotpoint-Ariston LSTF9M124CEU – Risparmio assicurato

Hotpoint-Ariston LSTF9M124CEU

Recensione Hotpoint-Ariston LSTF9M124CEU

Al quinto e ultimo posto della speciale classifica tra le migliori lavastoviglie da incasso 45 cm, troviamo il modello Hotpoint-Ariston LSTF9M124CEU, ideale per cucine piuttosto piccole, per coppie, single e studenti.

È una lavastoviglie che dispone sia del programma principale, che di quello Eco a risparmio energetico, entrambi risultano molto efficaci in fase di lavaggio e sufficientemente efficaci in fase di asciugatura. I consumi elettrici giornalieri risultano essere molto bassi: per il programma principale si parla di 0,88 kWh, mentre per quello Eco, il consumo è di 0,67. Discorso analogo per il consumo di acqua giornaliero che fa registrare 14 l per il programma principale e 10 l per il programma Eco, per un costo medio annuo di 98,16 €.

La durata del programma principale risulta essere nella media con i suoi 115 minuti, decisamente più elevate le tempistiche per il programma Eco, che ha bisogno di circa 176 minuti per completare la lavorazione.

La Hotpoint-Ariston LSTF9M124CEU dispone di spazio per ben dieci coperti, e ha tra le sue funzioni quella di partenza ritardata da 1 a 12 ore. È disponibile l’opzione di mezzo carico, sono presenti inoltre gli indicatori sullo stato della lavastoviglie, l’indicatore del tempo rimanente al termine della programmazione, e quelli che indicano l’eventuale aggiunta di brillante e il rabbocco del sale.

Per favorire il caricamento della lavastoviglie è possibile regolare l’altezza del cestello superiore e cambiare la posizione del cestello adibito alle posate, nel cestello inferiore invece è presente un vassoio richiudibile per tutte le necessità.

Si può inoltre impostare la funzione di prelavaggio ma non sono presenti i sensori di riconoscimento per la quantità di stoviglie e la tipologia di detersivo da usare, questo modello però riesce a riconoscere la quantità di sporco su piatti e pentole.

Ha una soglia del rumore ritenuta accettabile, con una misura oggettiva di 45 dBA, ed è considerata una lavastoviglie piuttosto semplice da utilizzare. Si rende estremamente utile grazie alla funzione di mezzo carico e prelavaggio, evitando così, inutili accumuli di sporco.

Questo modello di Hotpoint-Ariston è inserita in classe energetica A++.

Pro Contro
Il programma principale risulta essere efficace per la pulizia di tracce di cibo incrostato Il programma principale non risulta efficace con tegami e pentole
Consumi elettrici ritenuti bassi Il programma Eco non è efficace con tegami e pentole
Consumi giornalieri di acqua bassi La durata dei programmi risulta essere molto lunga
È presente la funzione di partenza ritardata
Grazie al sensore che riconosce il grado di sporco su piatti e pentole è possibile regolare i parametri di lavaggio

 

Prodotti abbinati più venduti:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi